La role model Bebe Vio chiude i festeggiamenti per i 60 anni di Barbie

Andrea Ziella, Head of Marketing and Digital di Mattel: «Investimenti 2019 a +10% e per il 2020 previsto un ulteriore incremento. Da gennaio al via il rapporto con UM per il media»

È Bebe Vio a ispirare l’ultima role model del 2019 di Barbie, che quest’anno ha celebrato il suo sessantesimo anniversario puntando i riflettori sul “Dream Gap”: quel fenomeno che si verifica nelle bambine intorno ai 5 anni e che le porta a perdere fiducia nelle proprie capacità.

Bebe Vio

Per ispirare il cambiamento, a partire dal 2015 a livello globale e dal 2018 in Italia, Barbie ha dato vita al programma “Shero”, con cui si impegna ad aiutare le bambine a credere nel proprio talento e a immaginare tutto ciò che possono essere nel loro futuro, mostrando alle giovani di tutto il mondo dei modelli di ruolo positivi o Shero.

Le protagoniste in Italia quest’anno sono state la chef stellata Rosanna Marziale, la cantante Elisa, l’astrofisica Sandra Savaglio, la stilista Alberta Ferretti fino ad arrivare a Bebe Vio, schermitrice, campionessa paralimpica mondiale ed europea in carica di fioretto individuale ma soprattutto una grande donna e un orgoglio italiano.

Appassionata di scherma fin dalla più tenera età, a 11 anni viene colpita da una meningite fulminante che le causa infezione, necrosi e successiva amputazione di avambracci e gambe. Suo padre progetta la protesi su cui innestare il fioretto e Bebe diventa la prima atleta al mondo con il braccio armato protesizzato. Per aiutare altri bambini che si trovano nella stessa situazione ha fondato con i genitori art4sport, un’associazione Onlus che aiuta i bambini amputati a integrarsi nella società attraverso lo sport. Ed è proprio insieme a Chitra, una piccola atleta di 8 anni che fa parte di questa associazione, che Bebe sarà protagonista del nuovo video ispirazionale di Barbie.

«Siamo entusiasti di questa iniziativa, sempre più in linea con il percorso che abbiamo intrapreso sull’inclusione – commenta con Touchpoint Today Andrea Ziella, Head of Marketing and Digital di Mattel -. Sacrificio, emozione, lavoro e determinazione sono gli elementi chiave che contraddistinguono Bebe, un messaggio positivo che ci teniamo a trasmettere a tutte le bambine ma anche ai bambini. Per il 2020, la nostra strategia è di continuare a presentare altre role model a livello locale, probabilmente una o due nella prima parte dell’anno e forse una terza nella seconda parte». 

Andrea Ziella

Per quanto riguarda invece le celebrazioni del sessantesimo compleanno di Barbie, la role model di Bebe Vio rappresenta l’appuntamento conclusivo: «Non ci saranno altre attività specifiche nel mese di dicembre perché ci concentriamo sul Natale: questo mese infatti è quello che pesa di più sul nostro business». 

Per questo Natale, gli spot si concentrano su Barbie, in particolare su item come Aeroplano, Malibu Dream House e Camper, Hotwheels, con focus sul T-Rex, Fisher Price, con il nuovo Cagnolino Saltella e Gira e la linea Parlamici. Proseguiranno anche gli investimenti su altri brand come Enchantimals, Polly Pocket, Thomas il Trenino e Little People. Infine, la grande novità nell’ambito games è Acchiappa la Cacca, gioco da tavola lanciato a novembre. 

«Tutte le campagne proseguiranno fino alla settimana di Natale – sottolinea Ziella – poi ci saranno ulteriori flight a ridosso dell’Epifania. Chiuderemo il 2019 con una crescita del 10% negli investimenti e l’anno prossimo abbiamo intenzione di mantenere questo trend, crescendo ulteriormente in vista di nuovi lanci. Il 65% del budget viene speso per il periodo natalizio». 

La scorsa estate, dopo una gara a livello globale, Mattel aveva scelto UM come nuovo centro media: «Il rapporto inizierà ufficialmente a gennaio 2020 – conferma il manager – ma siamo già al lavoro con loro in una fase di transizione con Carat, con cui abbiamo lavorato molto bene ma dopo tanti di anni è prassi rimettere in gara i budget. Con UM continueremo quello che già stiamo facendo, con un focus sull’ottimizzazione degli investimenti e una concentrazione maggiore sul mondo digital».

Infine, uno sguardo al 2020, quando un altro dei brand della famiglia Mattel si appresta a festeggiare un anno importante: Fisher-Price compie infatti 90 anni. «A noi piacciono i numeri tondi e celebreremo anche questo traguardo nel migliore dei modi, pianificando un piano interessante che possa portare a tutti i nostri consumatori la conoscenza della storicità di questo brand – conclude Ziella -. Tutto ruoterà intorno alla brand campaign che abbiamo da poco lanciato con il concetto “Torniamo bambini”».