WPP, dopo il 1° Q a +3,1% il lancio della global data company Choreograph

Cina a +18%, UK a +3,9%, USA a +0,7%, Europa a +3,7% con buon andamento dell’Italia

WPP Group ha rilasciato i dati relativi al primo trimestre 2021 che attestano una crescita inattesa dagli analisti che aspettavano un calo dopo un quarto trimestre 2020 a -6,5%. Il gruppo ha registrato ricavi per 2,3 miliardi di sterline, mettendo a segno +3,1%.

Mark Read

Mark Read, Chief Executive Officer di WPP, ha commentato: «WPP ha avuto un buon inizio d’anno con un ritorno alla crescita in tutte le linee di business e nella maggior parte dei mercati principali. I nostri punti di forza nell’e-commerce, nei media digitali e nella tecnologia, combinati con il nostro investimento continuo nel talento creativo, stanno trovando il riscontro dei clienti mentre i loro mercati si riprendono e cercano di trasformare la loro offerta per la crescita futura. Ci siamo già assicurati una serie di incarichi importanti nel 2021, tra cui Absolut (creatività globale), JP Morgan Chase (media globali), Salesforce (operazioni tecnologiche) e Sam’s Club (creatività USA). Siamo stati inoltre lieti di rinnovare la nostra preziosa partnership con la US Navy».

Le performance sono state molto positive in Cina (+18%), mentre in Gran Bretagna il business è cresciuto del 3,9% e in USA dello 0,7%. In Europa WPP ha messo a segno un incremento del business del 3,7% con un buon andamento in Italia, Germania, Paesi Bassi e Danimarca. Il fatturato delle agenzie integrate del network è aumentato del 2,8% con VMLY&R in testa.

Wunderman Thompson è tornato al segno più, mentre Ogilvy e Akqa Group sono ancora in territorio negativo, seppure in ripresa. Lato media, da segnalare il risultato di GroupM che cresce del 5,8%. Il CEO ha poi annunciato la prossima novità.

«Il lancio di questa settimana della nostra nuova società di dati globale, Choreograph, aggiunge un’ulteriore dimensione alla proposta WPP poiché i clienti cercano partner fidati che li aiutino a navigare in un panorama di dati in rapida evoluzione».

Operativa all’interno di GroupM, Choreograph è guidata da Kirk McDonald, CEO di GroupM North America e sarà attiva in tutti i principali mercati con diversi hub di supporto a Karlsruhe (Germania), Lille (Francia), Londra (U.K.), New Delhi (India), New York e San Francisco (Stati Uniti), Shanghai (Cina) e Sydney (Australia). Il suo primo cliente è Walgreens Boots Alliance, il colosso statunitense delle catene retail di salute e bellezza farmaceutico. 

Prosegue, inoltre, l’impegno del gruppo verso la sostenibilità. «La scorsa settimana abbiamo assunto un impegno da leader del settore per raggiungere zero emissioni nette di carbonio lungo tutta la nostra catena di fornitura entro il 2030, investendo 60 miliardi di dollari in questa iniziativa», ha confermato Read, che nonostante la situazione ancora incerta ha espresso fiducia sul futuro. «Il lancio dei vaccini sta migliorando la visibilità in molti mercati, sebbene vi sia inevitabilmente incertezza sul ritmo della ripresa. Stiamo facendo buoni progressi nel nostro programma di trasformazione, che fornirà significative efficienze per reinvestire nella crescita, e siamo fiduciosi di fornire la nostra guida alla crescita e alla redditività per il 2021».