Class Editori, ricavi a -19,2% nel 2020. In crescita la raccolta di Class Cnbc (+7%) e del Web (+14%)

Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori ha approvato lo scorso 30 aprile il progetto di bilancio della capogruppo e il bilancio consolidato relativi all’esercizio 2020. Nel corso dell’esercizio influenzato dalla pandemia, la casa editrice ha mantenuto comunque intatta la sua offerta informativa, con lettorato e traffico digitale in crescita significativa, in particolare per Milano Finanza, che nel periodo gennaio-dicembre 2020 ha registrato 3,34 milioni di utenti unici medi al mese, rispetto ai 2,45 milioni del pari periodo 2019 (+36,3%) e 180.666 utenti unici giornalieri medi rispetto ai 159.965 del pari periodo 2019 (+13%). I ricavi consolidati totali dell’esercizio 2020 sono stati pari a 64,72 milioni di euro (- 19,2% rispetto al precedente esercizio). Il margine operativo lordo (Ebitda, inteso come differenza tra valore e costi della produzione prima degli ammortamenti, delle componenti non ordinarie e degli oneri finanziari) risulta positivo per 0,48 milioni di euro, rispetto ai 6,61 milioni di euro del 2019. Il risultato operativo (Ebit) presenta un saldo pari a -13,98 milioni di euro, rispetto ai -3,25 milioni di euro dello scorso esercizio.

La raccolta di Class Pubblicità, concessionaria della pubblicità per il gruppo Class, conferma una performance migliore del mercato, nonostante la penalizzazione dei lockdown. La GOTV ha infatti subito la maggior contrazione di fatturato con una perdita di 3,3 milioni di euro. Al netto della GOTV, la commerciale a perimetro omogeneo ha registrato una crescita del +5% (-12% se si includono i canali Telesia). Sempre a perimetro omogeneo, la commerciale dei quotidiani, ha chiuso l’esercizio con un +6%. Conteggiando anche la pubblicità di servizio e la GOTV, la concessionaria ha chiuso il 2020 con una flessione dell’11%. La flessione della raccolta dei magazine a perimetro omogeneo è del 9%, meglio del mercato. Anche nel 2020, con 194 clienti e 438 pagine, Gentleman risulta nel segmento dei lifestyle maschili il magazine che ha saputo conquistare il maggior numero di clienti nuovi, nonostante una perdita del segmento Maschili Stili di Vita del 32,5%. Il web, grazie a una crescita del 24% della raccolta in reservation, chiude l’anno con una crescita complessiva del 14% a perimetro omogeneo. Class Cnbc Tv ha chiuso il 2020 con un +7%. Il settore Eventi ha coinvolto 200 tra nuove aziende e clienti storici, raccogliendo circa il 16% della raccolta totale.

Il sito web di MF-Milano Finanza ha registrato su base mensile secondo i sistemi digitali di Analytics, una media di 3,3 milioni di utenti unici (+36,3% sul 2019), mentre le pagine medie su base mensile hanno toccato i 31,4 milioni; la media giornaliera del sito è stata di 180.666 utenti unici (+13% sul 2019). Il numero di lettori che seguono in tempo reale le notizie del sito attraverso Twitter ha superato le 111 mila unità per. Secondo l’ultima rilevazione Audipress (2020-III), i lettori dell’edizione cartacea/digitale di Milano Finanza sono 210.000 (+3% rispetto alla rilevazione precedente). Secondo la stessa rilevazione Audipress, i lettori dell’edizione cartacea e digitale del magazine Class sono 96 mila e quelli di Capital sono 185.000. Class Editori intende ritiene confermare l’obiettivo di conseguire nel 2021 livelli di Ebitda significativamente migliori di quelli del 2020 e in linea con quelli realizzati nel pari periodo 2019.