Cairo e RCS “fondono” le concessionarie: dal 1° gennaio nasce CAIRORCS

Urbano Cairo

Al via il riassetto del settore pubblicità di RCS MediaGroup e Cairo Communication. Le due aziende hanno sottoscritto un accordo quadro che disciplina i termini e le condizioni di un’operazione di collaborazione societaria e commerciale che si articola nel conferimento in una società di nuova costituzione, CAIRORCS MEDIA dei rispettivi rami d’azienda relativi alle attività di raccolta pubblicitaria. Nel portafoglio della nuova concessionaria unica entrano le testate cartacee e online di RCS in Italia e le testate cartacee, televisive e online di Cairo Editore e La7, nonché, per entrambi i rami d’azienda, le attività di raccolta alcuni mezzi di terzi. L’efficacia dei conferimenti del Ramo di Azienda RCS e del Ramo di Azienda Cairo è prevista per il 1° gennaio 2021.nA esito del completamento dell’operazione, CAIRORCS sarà partecipata in misura paritetica da RCS e Cairo Pubblicità. L’operazione è finalizzata a realizzare un’efficiente e unitaria gestione dell’attività di concessionaria per la gestione e la vendita degli spazi pubblicitari, massimizzando le sinergie a livello di gruppo.

I settori di attività della divisione Pubblicità di RCS e di Cairo Pubblicità sono, infatti, estremamente complementari tra loro e la concentrazione dell’attività di raccolta pubblicitaria in capo a CAIRORCS permetterà di offrire una proposta commerciale più ampia, presente contemporaneamente in tutti i principali comparti della comunicazione – dal web, ai periodici, alla televisione – nonché più efficace in quanto promossa congiuntamente e con una miglior penetrazione della clientela.

In particolare, l’integrazione delle attività delle concessionarie di pubblicità consentirà a RCS e Cairo Pubblicità di sfruttare i reciproci punti di forza sul mercato, attraverso lo sviluppo delle quote di mercato con riferimento ai clienti a oggi comuni tra le due società, nonché la condivisione di clienti esclusivisti o nei confronti dei quali esistono rapporti consolidati.

In aggiunta, l’Operazione consentirà di mettere in comune il patrimonio di esperienze e know-how di entrambe le società, sia per quanto riguarda la conoscenza dei modelli di acquisto dei propri clienti, sia per quanto riguarda l’individuazione di nuovi modelli di presidio del mercato, attraverso l’attivazione di processi di condivisione delle migliori pratiche industriali e commerciali.