ArteficeGroup racconta in un video il suo “Prima, durante e dopo”

Come moltissime altre aziende italiane di ogni settore, ArteficeGroup in questi giorni ha sentito la necessità di comunicare come sta affrontando questo momento di crisi straordinaria. È un messaggio al suo intero mondo di riferimento, ai potenziali prospect, ai clienti e a tutte le persone del Gruppo che continuano a lavorare da casa. Ma per una volta la comunicazione non è esclusivamente lavoro. Diventa un modo per rompere l’isolamento, per raccontarsi, per identificarsi. Per affermare di esserci, per immaginare il futuro. Quest’anno è cominciato per ArteficeGroup con un’importante ristrutturazione, che sembrava una trasformazione epocale per l’azienda. Ma ben presto l’emergenza Covid ha dato luogo a un’altra trasformazione, ben più radicale. Una trasformazione che ha coinvolto completamente tutte le modalità di lavoro, che ha messo in luce la resilienza delle persone che compongono il corpo fisico di ArteficeGroup. E come conseguenza ArteficeGroup ha concepito un’idea, che fa da contenitore a molte altre idee, il frame concettuale che userà per attraversare il buio e orientarsi verso il futuro, che sempre, per forza di cose, aspetta chi sa immaginarlo. Questo schema ha un nome, si chiama “Prima, durante e dopo”. Il frame ha prodotto diversi pezzi di comunicazione raccontati in un video, che mostra l’approccio di ArteficeGroup, un approccio proattivo, resiliente, energetico, quasi allegro, l’approccio di chi non si lascia abbattere e si rimbocca le maniche davanti a qualsiasi sfida. E ha come perno centrale uno dei fondamentali su cui il Gruppo fonda da sempre la sua etica e la sua visione: un grande rispetto e cura per il lavoro.