GlaxoSmithKline divide la creatività globale tra IPG e Publicis Groupe

Il gigante farmaceutico GlaxoSmithKline ha diviso il budget creativo globale del settore pharma tra IPG (con particolare riferimento a MRM e McCann Health) e Publicis Groupe. La maggior parte del business sarà spartita tra MRM e McCann Health. Publicis Groupe si occuperà in particolare dei prodotti dedicati ai problemi respiratori. La gara aveva preso il via a settembre ed è stata gestita internamente.

Pur avendo la sede principale a Londra, la maggior parte dei ricavi di GSK deriva dal mercato americano. I due terzi del giro di affari provengono proprio dal settore pharma (con brand come Rinazina, Voltaren e Narhinel), mentre le altre attività del gruppo riguardano i vaccini e i beni di consumo (con brand come Aquafresh, Sensodyne e Polident).

Un anno fa GSK aveva assegnato il business media da 1,7 miliardi di dollari a Publicis Media, che ha creato una unit dedicata all’account, chiamata “platformGSK” che mette insieme diverse competenze di Publicis Media come healthcare, consumer strategy e digital business transformation.