Gruppo Hera, ancora senza aggiudicatari la gara creativa. Il media a Geotag

Per l’incarico biennale il budget media è di 127.960 euro

È Geotag ad aggiudicarsi il lotto 2 della gara avviata a fine settembre da Gruppo Hera, multiutility nazionale operativa principalmente nei settori ambiente (gestione rifiuti), idrico (acquedotto, fognature e depurazione) ed energia (distribuzione e vendita di energia elettrica, gas e servizi energia).

Il valore dell’incarico è di 127.960 e comprende: pianificazione della pubblicità sui vari mezzi di comunicazione (carta stampata, televisione, radio, Internet), prenotazione degli spazi pubblicitari e negoziazione del prezzo di acquisto degli stessi con gli editori e i concessionari, gestione delle attività di natura amministrativa tra committente, editori e concessionari, condivisione periodica con la committente dei dati relativi all’andamento di mercato dei singoli media e agli investimenti degli altri player di mercato, nell’ambito del settore utility. Per questo lotto erano arrivate due offerte.

Ancora senza aggiudicatari invece il lotto 1, da 1,2 milioni di euro per due anni, che a giugno era stato oggetto di un secondo bando in quanto non erano pervenute offerte: in questo caso in Gazzetta Ufficiale si legge che “non sono pervenute o sono state tutte respinte le offerte o domande di partecipazione”.  

Il lotto 1 aveva per oggetto servizi di ideazione, esecuzione e produzione di campagne ATL (online e offline) e BTL, nonché ideazione soggetti, eventi e altre prestazioni similari in ambito comunicazione.