Acqua Sant’Anna scommette su beauty e digital

Già online e da settembre a scaffale Sant’Anna Beauty Hyaluronic Acid

Italiano al 100%, il Gruppo Acqua Sant’Anna S.p.A., dopo aver consolidato la propria leadership nel settore delle acque minerali, già nel 2012 ha avviato un percorso di diversificazione e ampliamento di gamma. Dal the freddo SanTHÈ ai prodotti a base di succhi ed estratti naturali fino ad arrivare, lo scorso anno, al debutto nel canale beauty&wellness con la linea Sant’Anna Beauty. 

Cristiana Genta

«La linea è nata dall’osservazione dei nuovi trend di mercato – spiega Cristiana Genta, Marketing & Communication Director del Gruppo – con una sempre crescente attenzione alla cura della persona. In particolare, era in aumento la richiesta nel settore farmaceutico di prodotti al collagene, non solo creme ma anche fialette da bere. Essendo sempre stati pionieri nel settore delle bevande, sia per tipologia di prodotti sia per formati, lo scorso anno abbiamo deciso di lanciare Sant’Anna Beauty, acqua al collagene e zinco in tre gusti. Quest’anno poi abbiamo aggiunto un secondo prodotto alla gamma, a base di acido ialuronico, avendo riscontrato in questo particolare trend una crescita del 20%».

Sant’Anna Beauty Hyaluronic Acid è un integratore alimentare nel formato da 150 ml, pronto da bere, con 135 mg di acido ialuronico e zinco, senza zucchero, senza glutine, senza conservanti, senza coloranti e vegan.   La linea Sant’Anna Beauty rappresenta in pieno una delle caratteristiche di Sant’Anna, da sempre attiva sul tema del wellbeing.

«Abbiamo sempre risposto alle esigenze dei consumatori evidenziando le caratteristiche dei nostri prodotti – sottolinea Genta -: abbiamo “spiegato l’acqua”, con un approccio alla comunicazione di tipo educational, sulla base di ricerche e dati scientifici. Questo per noi è fondamentale, perché siamo un’azienda che da sempre fonda il proprio storytelling su fatti oggettivi e, oggi più che mai, questo approccio viene premiato dai consumatori, attenti alla qualità anche nel loro percorso di ricerca, scelta e acquisto dei prodotti».

Dal punto di vista produttivo, Sant’Anna Beauty viene imbottigliata nello stabilimento di Vinadio dove già avviene la produzione dei the e delle acque fruttate Fruity Touch, quindi in ambiente asettico.

La linea Sant’Anna Beauty Collagene è commercializzata nella GDO, nelle catene di prodotti per l’igiene e la cura della persona, nelle farmacie e parafarmacie, «perché necessitavamo di dare a questa bevanda uno spazio in cui fosse possibile anche “raccontarla” – prosegue la manager – e i risultati sono stati sicuramente positivi». 

Se lo scorso anno, per il debutto di Sant’Anna Beauty Collagene, la strategia di comunicazione ha puntato su Tv e stampa, per il nuovo prodotto è stato scelto un approccio assolutamente diverso: «Abbiamo scommesso su una forte presenza digital – racconta Genta – con il debutto il 22 giugno in anteprima sul nostro shop online proponendo un “trattamento beauty” con una confezione da 12 di Sant’Anna Beauty Hyaluronic Acid, mentre la distribuzione capillare prenderà il via a settembre. Prima del 22 giugno abbiamo pianificato un video teaser anticipando l’arrivo di “un nuovo amico della pelle” sui nostri canali social, in particolare su Facebook e Instagram, oltre che con campagne display. Per settembre, con la distribuzione nelle farmacie e parfarmacie, stiamo pensando a un allargamento dei mezzi, ma non abbiamo ancora una pianificazione definita». 

Così come ancora da definire sono i piani di comunicazione anche per gli altri prodotti del gruppo per l’ultima parte dell’anno. «Nel complesso quest’anno, complice anche la situazione di crisi, abbiamo gestito il budget in maniera diversa, in parte riducendolo, ma rafforzando la presenza sul digital, dai social alle campagne display», evidenzia la manager.

La strategia di essere always on sul web, infatti, è iniziata già da un paio di anni e sta dando buoni risultati in termini di awareness, rilevanza e crescita dei followers. Il planning e il buying del Gruppo sono gestiti internamente, mentre l’agenzia di riferimento per tutte le attività digital, social, web marketing e campagne di advertising online è Dunter. Friends For Fun si occupa invece di atl, btl e del sito istituzionale.

A questo proposito, compie due anni ad agosto lo shop online, lanciato nell’estate 2018 «perché avevamo il desiderio di rendere disponibili in pochi click tutti i nostri prodotti, nei diversi formati e referenze – dichiara Genta -. Dallo shop è possibile ordinare tutto il mondo Sant’Anna e riceverlo in pochi giorni su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Con questo progetto abbiamo fatto un passaggio da “prodotto” a “servizio/beneficio”: non si tratta più di competere solo sul prezzo, ma di avvicinarsi al consumatore. E proprio la “servitizzazione”, il “servizio esperienziale”, è uno dei principali processi che stiamo implementando per rendere sempre più attuale e innovativo il nostro modello di business. Il sito si rivolge a un target già avvezzo all’acquisto online e più curioso di cercare tra le diverse referenze. Non solo: sull’e-commerce è disponibile la Bio Bottle, la nostra bottiglia in PLA, prodotta senza neanche una goccia di petrolio, biodegradabile e compostabile, molto amata dall’acquirente digital, da sempre anche attento all’ambiente. Anche questo lancio fa parte di una visione aziendale, del nostro essere un’azienda che guarda sempre avanti. Infatti, le vendite online sono partite un po’ in sordina e in seguito hanno avuto una grande accelerazione, soprattutto durante il lockdown». 

Per il Gruppo Acqua Sant’Anna S.p.A., il 2019 si è chiuso con un fatturato di circa 320 milioni di euro e vendite per circa 1,5 miliardi di bottiglie.