Recma 2019: Wavemaker (+2% sul 2018) e GroupM (+7%) si confermano al primo posto

Global Activity Volume, dati italiani: tra le sigle sul podio Carat e OMD, tra i gruppi DAN e OMG

Recma ha pubblicato i dati del report Global Activity Volume sulle performance delle agenzie media riferite all’anno 2019. L’istituto francese classifica ogni anno le agenzie media sulla base dei budget pubblicitari gestiti per conto dei clienti, sia per l’acquisto e la pianificazione delle campagne pubblicitarie sui media, sia per servizi diversi spesso remunerati separatamente.

Luca Vergani, CEO di Wavemaker Italia e Massimo Beduschi, CEO e Chairman di GroupM Italia

Nel mercato italiano in testa c’è Wavemaker (GroupM) con una quota del 19,2% e un billing di 1.832 milioni di euro e crescita al 2% sull’anno precedente. A seguire Carat (Dentsu Aegis Network) con l’11,9%, 1.135 milioni con un risultato flat. Al terzo posto OMD (Omnicom Media Group) con l’11%e 1.051 milioni e un balzo del +12%. 

Giù dal podio Zenith (Publicis Media) con l’8,6% e 824 milioni e +1%. A completare la Top 5 Mindshare (GroupM) con l’8,3%, 793 milioni e +20%. Per quanto riguarda i network, GroupM è saldamente in testa con il 35,8% di quote, 3.275 milioni di euro e crescita del 7% sul precedente anno. DAN è al secondo posto con il 18,4%, 1.686 milioni e +1%. OMG ha una quota del 18,2% con 1.664 milioni e crescita del 16%.

Seguono: Publicis Media, con il 15,4% e 1.405 milioni, risultato in flessione dell’8%. Distanziate Havas Media con il 6,3% e 573 milioni con il +9%, e IPG Mediabrands con 543 milioni che rappresentano una crescita del 21%. Il totale del mercato è di 9.146 milioni con una crescita del 5,4%.