AudiOutdoor, cresce la mobilità nella fase 2: a Milano +63%, a Roma +59%

Soddisfazione dei soci. Clear Channel: «BikeMi a +300% a maggio, abbonati annuali a +253% rispetto allo stesso periodo del 2019». IGPDecaux: «Per il “Mezzo della fiducia” è arrivato il momento del rilancio». Ipas: «Ogni azienda può riappropriarsi del suo irrinunciabile diritto alla visibilità sul territorio»

AudiOutdoor, costituita da UPA, AssAP Servizi di UNA, AAPI, Clear Channel, IGPDecaux e Ipas, seguendo i dati di mobilità derivanti dalle informazioni sugli spostamenti telefonici, ha elaborato i risultati anche della seconda settimana della fase 2 del Covid-19 (11-17 maggio).

Ancora un dato molto positivo che indica una tendenza verso la normalità: su Milano, dopo il + 50% della scorsa settimana, si conferma il trend di crescita con un +63% di persone in movimento rispetto all’ultimo periodo della fase #iorestoacasa, al quale si aggiunge un dato altrettanto significativo sulla città di Roma, che si porta al +59% vs l’ultima settimana di lockdown.

©Alex Holyoake on Unsplash

Sono segnali di un continuo aumento della mobilità pedonale e veicolare in attesa dei dati di questa settimana dove l’apertura di molte attività anche commerciali non potrà che far registrare un ulteriore incremento. Segno che stiamo riprendendo possesso delle nostre città riportando audience ormai più che interessanti per il mezzo outdoor. I tre soci di AudiOutdoor hanno espresso soddisfazione.

«Il nostro business, basato in gran parte su un patrimonio cittadino sta dando i primi segnali positivi grazie al ritorno alla mobilità. L’Out of Home è il mezzo che meglio rappresenta la vicinanza fisica tra i brand e le persone ed è per questo che sono convinta che i risultati saranno sempre più incoraggianti. Questi dati positivi sono evidenti anche nell’utilizzo dei servizi di mobilità. In qualità di gestori del bike sharing del Comune di Milano abbiamo riscontrato un incremento importante negli utilizzi di bikeMi: +300% nelle prime due settimane del mese di maggio rispetto al periodo di lockdown. A riprova di ciò registriamo inoltre un considerevole incremento del numero degli abbonati annuali: +253% rispetto allo stesso periodo del 2019», commenta Eszter Sallai, Managing Director di Clear Channel Italia.

«I dati di crescita delle audience cittadine di queste settimane sono incoraggianti e prevediamo che saliranno ulteriormente dopo l’apertura degli esercizi commerciali. Per quanto riguarda il mezzo Out Of Home è quindi il momento del rilancio tanto atteso dopo mesi indubbiamente difficili. Come IGPDecaux vogliamo posizionare il nostro mezzo come il “Mezzo della fiducia”, da un lato fiducia nella ripresa dei consumi e del ritorno agli acquisti sfruttando le potenzialità di drive-to-store e drive-to-web che l’OOH ha, dall’altro della fiducia nella ripresa della socialità e della vivibilità delle città a cui il mezzo OOH contribuisce in modo diretto e indiretto finanziando servizi al cittadino e contribuendo al finanziamento del trasporto pubblico. Un altro aspetto più soft ma non per questo meno importante, è riportare finalmente il colore che tanto è mancato nelle nostre città e nelle nostre giornate durante la reclusione forzata imposta dal lockdown», dichiara Giovanni Uboldi, Commercial and Marketing Director di IGP Decaux.

«È un dato che ci conforta e rafforza ulteriormente l’impegno a offrire i nostri spazi e la nostra professionalità per far ripartire, in sicurezza, la fiducia nelle imprese e nelle attività del nostro Paese.  Ogni azienda può riappropriarsi del suo irrinunciabile diritto alla visibilità, dato che l’iniziativa economica non può prescindere da una giusta visibilità sul territorio», spiega Bernardo Naddei, Presidente di Ipas.