RCS MediaGroup, ricavi a 923,6 milioni. Raccolta adv in calo del 5,2%

Il Consiglio di Amministrazione di RCS MediaGroup S.p.A., riunitosi ieri sotto la presidenza di Urbano Cairo, ha esaminato e approvato i risultati consolidati al 31 dicembre 2019. I ricavi netti consolidati sono pari a 923,6 milioni, in decremento di 52 milioni rispetto al 2018. La flessione è riconducibile a minori ricavi editoriali, pubblicitari e diversi, rispettivamente per 23,9 milioni, 21,3 milioni e 6,8 milioni.

Urbano Cairo

I ricavi digitali, in crescita a circa 167 milioni, hanno raggiunto un’incidenza del 18% sui ricavi complessivi. I ricavi pubblicitari ammontano a 384,5 milioni, con un decremento di 21,3 milioni rispetto ai 405,8 milioni dell’esercizio precedente, per effetto di un andamento del mercato pubblicitario inferiore alle attese e anche per l’assenza nel 2019 degli eventi sportivi di rilievo tipici degli anni pari (Mondiali, Olimpiadi, Europei etc.) che nel 2018 avevano generato ricavi aggiuntivi per circa 6 milioni, escludendo i quali la flessione passerebbe dal 5,2% al 3,8%. La raccolta pubblicitaria complessiva sui mezzi online si attesta a 129 milioni, raggiungendo un’incidenza del 33,6% sul totale dei ricavi pubblicitari.

In particolare, in Spagna la raccolta pubblicitaria di Unidad Editorial sui mezzi online rappresenta oltre il 50% dei ricavi pubblicitari complessivi. I ricavi editoriali sono pari a 408,4 milioni, in flessione di 23,9 milioni (-5,5%) rispetto al 2018, per effetto del calo delle diffusioni in Italia e Spagna e della flessione delle vendite dei prodotti collaterali (-9,2 milioni).

Andamento delle testate ed eventi

Le testate del gruppo confermano la loro posizione di leadership diffusionale nei rispettivi segmenti di riferimento. Per quanto riguarda il confronto con il mercato, nel 2019 Corriere della Sera La Gazzetta dello Sport limitano la flessione delle diffusioni complessive (comprensive delle copie digitali) rispettivamente al -4,1% e al -7% rispetto al -7,4% e -8,5% del mercato per i segmenti di riferimento (Fonte: Ads). In Spagna, nel 2019, i dati di diffusione confermano la posizione di leadership di Marca ed Expansión (Fonte: OJD) mentre El Mundo si conferma seconda testata generalista a livello nazionale per copie medie vendute in edicola (Fonte: OJD).

I dati pubblicati da EGM (Estudio General de Medios: ultimo aggiornamento novembre 2019) confermano la leadership nel settore dei quotidiani di Unidad Editorial, che attraverso i suoi brand raggiunge quotidianamente 2,5 milioni circa di lettori, distanziando di circa 300 mila lettori i principali concorrenti. Con riferimento agli indicatori di performance digitali, in Italia corriere.it gazzetta.it si attestano a fine dicembre 2019 rispettivamente a 24,8 milioni e 13 milioni di utenti unici medi mese (Fonte: Audiweb 2.0).

A fine dicembre la customer base totale attiva per il Corriere della Sera (digital edition, membership e m-site) è risultata pari a 170 mila abbonati, in crescita del 23% rispetto al pari data del 2018. Il 10 dicembre anche gazzetta.it ha lanciato il suo nuovo modello freemium, con le offerte G+ e G All, proponendo a pagamento contenuti editoriali esclusivi e di approfondimento.

In Spagna, elmundo.es, marca.com e expansión.com si attestano a fine dicembre 2019 rispettivamente a 20,1 milioni, 16,1 milioni e 6,4 milioni di utenti unici medi mese (Fonte: Comscore IP Spagna che considera il solo traffico proveniente dalla Spagna). Il 22 ottobre 2019 El Mundo, in concomitanza con il suo trentesimo anniversario, ha lanciato, primo quotidiano spagnolo tra i generalisti, un modello a pagamento per le notizie del web (freemium). L’ammontare totale dei ricavi diversi è pari a 130,7 milioni rispetto ai 137,5 milioni del 2018 (-6,8 milioni, pari al -4,9%).

In Italia, nel corso del 2019 sono usciti in edicola il restyling di Amica (19 febbraio), il nuovo Corriere Milano (6 marzo), la nuova Gazzetta dello Sport (7 maggio), il nuovo Corriere Salute (9 maggio), il restyling di 7 (10 maggio), il nuovo Sportweek (presentato il 13 settembre, in edicola dal 19 ottobre), il restyling di Style Magazine (26 settembre). Sul fronte digitale, sono divenuti disponibili il nuovo sito dell’area economica del quotidiano Corriere della Sera economia.corriere.it (25 marzo) e la sezione on-line Motori de La Gazzetta dello Sport (7 marzo), è stata lanciata la nuova versione on-line de La Gazzetta dello Sport (8 maggio), è stato rinnovato il sito mobile di Corriere della Sera (16 maggio) e dal 30 settembre è inoltre disponibile la nuova versione di amica.it. A partire dai primi giorni di agosto è disponibile la nuova App del Corriere della Sera, scaricabile dagli store digitali. Il 10 dicembre gazzetta.it ha lanciato il suo nuovo modello freemium.

Tra gli eventi, si sono svolti il Tempo delle Donne (con la partecipazione diretta di oltre 50 mila persone), il Festival dello Sport a Trento (che ha fatto registrare 65 mila presenze e più di 350 ospiti), nonché l’edizione 2019 dei Gazzetta Sports Awards con l’assegnazione dei riconoscimenti ai campioni che si sono distinti nel corso dell’anno.

Il 28 marzo hanno preso il via le attività di RCS Academy, la business school lanciata nel gennaio 2019, focalizzata su sei aree di specializzazione: Giornalismo e Comunicazione, Economia Innovazione e Marketing, Arte Cultura e Turismo, Moda Lusso e Design, Food & Beverage, Sport.

Anche in Spagna sono state introdotte molte novità editoriali nel corso del 2019: è nata all’inizio dell’anno BeStory, un’area di produzione di contenuti digitali per i social network; sono stati presentati i restyling di Telva (20 febbraio) e del sito El Mundo (4 marzo), è stata lanciata nel mese di maggio UEtv, una nuova struttura di produzione audiovisiva con lo scopo di potenziare lo sviluppo di contenuti multimediali sia per il gruppo sia per il mercato esterno; a partire da maggio è stato rinnovato il supplemento de El Mundo Metropoli; è inoltre nato il supplemento settimanale di Expansion, Expansion Juridico (3 giugno) e ha debuttato Marca Claro USA (10 giugno), il portale nato dalla collaborazione tra Marca Claro già presente in Argentina, Colombia e Messico. Il 22 ottobre 2019 El Mundo ha lanciato la sua offerta freemium.  Nel week end dal 15 al 17 novembre 2019 si è tenuta a Marbella la prima edizione dell’evento Marca Sport Weekend.

Nel 2019, l’Ebitda si attesta a 153,3 milioni, l’Ebit è positivo per 102,5 milioni. Il risultato netto di gruppo del 2019 ammonta a 68,5 milioni (positivo per 85,2 milioni nel 2018) e riflette sostanzialmente gli andamenti sopra commentati. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2019 si attesta a 131,8 milioni (in miglioramento di 55,8 milioni rispetto al 31 dicembre 2018), confermando il trend in decremento iniziato a partire dall’esercizio 2016. L’indebitamento finanziario netto complessivo, comprensivo anche dei debiti finanziari per leasing ex IFRS 16 (principalmente locazioni di immobili) pari a 175,3 milioni, ammonta a 307,1 milioni. Durante il Cda è stata fatta la proposta di delibera di distribuzione di un dividendo di euro 0,03 per azione.

Evoluzione prevedibile della gestione

In data successiva alla chiusura dell’esercizio, lo scenario nazionale e internazionale è stato caratterizzato dalla diffusione del coronavirus e dalle conseguenti misure restrittive per il suo contenimento, poste in essere da parte delle autorità pubbliche dei Paesi interessati. Lo sviluppo della situazione, nonché i suoi potenziali effetti sulla evoluzione della gestione, non sono al momento ancora prevedibili – in quanto dipendono, tra l’altro, dalla durata dell’emergenza sanitaria e dal suo livello di diffusione (anche internazionale), così come dalle misure pubbliche, anche economiche, che verranno nel frattempo implementate – e saranno oggetto di costante monitoraggio nel prosieguo dell’esercizio. In ogni caso, il gruppo ritiene di disporre di leve gestionali adeguate per contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria nel 2020 e confermare quindi le prospettive di medio-lungo periodo.