Omnicom Media Group si aggiudica la gara media globale Diageo

Un team di Omnicom Media Group guidato da PHD  si è aggiudicato la gara globale per il media planning e buying di Diageo.

Il colosso britannico delle bevande alcoliche ha informato le agenzie coinvolte: la gara sarebbe ancora in corso in un limitato numero di Paesi. Nelle fasi finali del pitch, Omnicom ha avuto la meglio sull’uscente Carat e su Publicis Media; in un primo momento erano in lizza anche Interpublic e GroupM.

Isabel Massey, global media director di Diageo, ha annunciato che «OMD sarà la nostra media agency of record e PHD sarà la nostra guida strategica».

Tra le priorità dell’azienda nel corso della gara c’era il bisogno di una maggiore efficienza e di una migliore fusione tra media e pensiero creativo. Il passaggio  di consegne tra Carat e PHD e Omnicom Media Group dovrebbe avvenire a luglio, in tempo per l’inizio del nuovo anno finanziario. Dal lato creativo, Diageo utilizza diverse agenzie, tra cui Anomaly, BBDO, Mother, 72andSunny e VMLY&R. 

Il colosso del beverage, al quale fanno capo brand come Guinness, Johnnie Walker, J&B, Smirnoff, Gordon’s, Pampero, Zacapa, Baileys, è uno dei principali top spender al mondo, con investimenti per oltre 2,4 miliardi di dollari l’anno. Il mercato principale di Diageo è il Nord America, che genera il 35% delle sue vendite nette. 

L’Europa rappresenta il 23% delle vendite, Asia-Pacific 21%, Africa 12% e America Latina 9%. Nello svolgimento della gara, Diageo è stata supportata da MediaSense.