WPP, nel terzo trimestre ricavi a +0,5%

Mark Read

Segno più per il terzo trimestre della holding WPP, che mette a segno +0,5% nei ricavi, che salgono a +0,7% includendo Kantar. Resta negativo il progressivo dei nove mesi, a -1,5% (-1,1% incluso Kantar).  Mark Read, Chief Executive Officer di WPP, ha dichiarato: «La performance di WPP nel terzo trimestre è un altro importante passo nella strategia che abbiamo presentato a dicembre per riportare l’azienda a una crescita sostenibile in linea con i nostri obiettivi nel 2021. Questo dato è incoraggiante  ma siamo concentrati nel raggiungimento di questi obiettivi di lungo termini e sappiamo che ci saranno momenti altalenanti lungo il percorso. Continua a essere un anno positivo per il new business, con vittorie significative nel trimestre come Mondelez ed eBay, ma è altrettanto importante ricordare i clienti fedeli nel tempo. Ieri, gli azionisti di WPP hanno votato per approvare la transazione di Kantar, che semplificherà ulteriormente la nostra attività e rafforzerà il nostro bilancio. Negli ultimi 12 mesi – ha concluso Read – WPP ha compiuto delle azioni decisive e farro progressi sostanziali su diversi fronti: abbiamo meno marchi ma più forti, nuove leadership in molte delle nostre compagnie; migliorato i team centrali  e rinnovato l’impegno sulla creatività, potenziata dalla tecnologia».

 

Tra le aree geografiche, è il Nord America a registrare ancora segno meno (-3,5%) anche se in miglioramento rispetto ai precedenti dati.  In Europa, va bene bene il mercato UK a +3,1% mentre per quanto riguarda l’Europa Occidentale per la prima volta nel 2019 il dato è positivo a +1,7%, mentre sia nel primo sia nel secondo il dato era stato pari a -0,2%. In quest’area, crescono in particolare Germania, Austria, Belgio, Portogallo, Spagna, Svizzera e Turchia, mentre la situazione di Francia, Italia e Paesi Bassi viene definita nella nota “more challenging”.