Havas Milan: Fontana, Vohwinkel, Lapini e Bozzardi Deputy EC Directors

Per migliorare output creativo, consulenza strategica e profittabilità sia sui clienti esistenti che sul new business

Importanti novità per Havas Milan, che vede quattro nuove nomine per il reparto creativo guidato dal Chief Creative Officer Giovanni Porro.

Aureliano Fontana e Bruno Vohwinkel, Martino Lapini e Azeglio Bozzardi assumono infatti la carica di Deputy Executive Creative Directors. Una scelta volta al miglioramento dell’output creativo, della consulenza strategica e della profittabilità sia sui clienti esistenti che sul new business.

Inoltre, la prima coppia avrà una delega sull’organizzazione e la formazione del reparto creativo, la seconda una delega sullo sviluppo delle attività e delle risorse digitali. Questa evoluzione si innesta nella sempre maggiore necessità di sinergia tra tutte le componenti del modello Village di Havas secondo il valore della “meaningfulness”, la filosofia che caratterizza tutto il processo di lavoro del gruppo. 

 

Giovanni Porro con i nuovi Deputy Executive Creative Directors. Da sinistra: Azeglio Bozzardi, Martino Lapini, Bruno Vohwinkel e Aureliano Fontana

 

«C’è grande felicità e orgoglio da parte nostra nell’accettare una sfida difficile ma affascinante. Non abbiamo mai smesso di lavorare per la qualità e l’innovazione creativa e ora abbiamo l’opportunità di farlo a un livello superiore», commentano Fontana e Vohwinkel. 

Aggiungono Lapini e Bozzardi: «Siamo entusiasti e grati di essere stati scelti per questo ruolo. La sfida è quella di integrare sempre di più i reparti, portando la creatività e lo storybranding a essere sempre più protagonisti anche nelle nuove tecnologie e nei media, in costante evoluzione». 

«Negli ultimi anni siamo cresciuti molto, di numero e dimensione dei clienti. Sono contento che Bruno, Aureliano, Azeglio e Martino abbiano accettato di mettere a disposizione il loro talento consentendoci di allargare il fronte di direzione creativa esecutiva. La qualità del prodotto creativo è sempre stata per noi una priorità. E vogliamo continui a esserlo», conclude Porro.