WarnerMedia e Discovery ufficializzano la fusione, nasce un colosso dell’entertainment

Operazione da 43 miliardi di dollari con l’obiettivo di sfidare Netflix e Disney. Alla guida David Zaslav

Ieri, il gigante statunitense delle telecomunicazioni, AT&T, ha annunciato la fusione tra la sua controllata WarnerMedia (acquisita nel 2018 per 85 miliardi di dollari) e il gruppo Discovery per 43 miliardi di dollari.

David Zaslav

Il closing dell’operazione è previsto per metà del 2022 quando nascerà un nuovo leader global nel settore dell’intrattenimento, che come sottolinea la nota ufficiale intende “contrastare l’ascesa dei colossi streaming, in particolare di Netflix e Disney+”.

La nuova realtà “potrà contare su una delle biblioteche più ricche al mondo con quasi 200 mila ore di programmazione iconica e riunirà oltre 100 dei marchi più amati, popolari e affidabili al mondo in un unico portafoglio globale, tra cui: HBO, Warner Bros., Discovery, DC Comics, CNN, Cartoon Network, HGTV, Food Network, Turner Networks, TNT, TBS, Eurosport, Magnolia, TLC, Animal Planet, ID e molti altri”.

Sarà David Zaslav, Presidente e CEO di Discovery, a guidare il team della nuova società. Il Consiglio di amministrazione sarà composto da 13 membri: 7 inizialmente nominati da AT&T e 6 da Discovery, incluso proprio Zaslav, che ha commentato: «È super eccitante combinare marchi storici, giornalisti di livello mondiale e franchise iconici sotto lo stesso tetto e sviluppare così tanto valore e opportunità. Costruiremo un nuovo capitolo insieme al team creativo e talentuoso di WarnerMedia e sulla base di un’eredità di quasi 100 anni nello storytelling. Questa sarà la nostra missione: concentrarci sul raccontare le storie più incredibili e divertirci a farlo».