MCS torna italiano con Nemesis

MCS torna italiano. Il leggendario brand uomo, infatti, è stato acquisito da Nemesis per il mercato mondiale. MCS con il suo iconico rider, è stato indubbiamente uno dei brand che ha più segnato l’immaginario della moda maschile in tutto il mondo, capace di divenire riferimento culturale e stilistico fatto di codici non replicabili e propri, raccogliendo il consenso di milioni di appassionati ed estimatori.

L’operazione lancia un messaggio chiaro, positivo e di grande speranza per l’intero settore della moda italiana, in un momento fragile e complesso. Un risultato che si deve alla tenacia, al lavoro e alla fiducia nel futuro dell’Italia della famiglia Sovernigo che, tramite la società italiana Nemesis, già licenziataria EMEA del brand dal 2018, ha acquisito la proprietà di MCS per il mercato globale, Cina esclusa, riportando a casa una realtà che appartiene profondamente alla cultura dello stile maschile del nostro Paese. Una scelta ancor più simbolica in un momento in cui, mai come prima, occorre investire sui pilastri del saper fare italiano. Un percorso di acquisizione avvenuto interamente durante la pandemia, che premia gli sforzi e la capacità di un pool di professionisti italiani che hanno concorso ad un risultato voluto con decisione. Nemesis, sede legale a Milano e operativa a Montebelluna, ha deciso in questo modo di effettuare un investimento sul futuro di MCS e dell’intera filiera moda italiana, forte dei tanti segnali positivi dati dal mercato in questi anni, sostenuto da una richiesta spontanea di numerosi clienti fidelizzati. Ne è prova ulteriore una crescita significativa delle vendite on-line sul sito e-commerce www.mcs.apparel.eu.

Valter e Gianfranco Sovernigo

Nei piani dei fratelli Gianfranco e Valter Sovernigo, il brand proseguirà il suo rilancio a partire dal mercato wholesale italiano e dall’espansione in Europa, per poi procedere alla nuova strutturazione di un piano retail, segmento in cui MCS ha sempre avuto un ruolo primario. In attesa che le fiere internazionali riprendano il loro normale corso, a partire da Pitti Uomo, MCS sta definendo le strategie commerciali direttamente dall’Headquarter veneto, dove risiedono gli uffici commerciali, marketing, prodotto e stile. «Abbiamo desiderato da subito essere protagonisti della grande storia di MCS. Questa acquisizione è frutto di un ottimo lavoro di squadra, a cui va un sincero grazie, tanto più che è stato svolto in un periodo di crisi sociale e industriale ed è segno di una grande fiducia nel settore della moda italiana, consapevoli che per raggiungere gli obiettivi prefissi servirà il massimo impegno. Questa operazione ci consente di programmare strategie a medio e lungo termine per restituire al brand il ruolo che gli compete. Un percorso dove la proposta di collezioni attuali e identitarie è già realtà, quanto il set della nostra immagine, contemporanea, internazionale e di alto livello», ha dichiarato Gianfranco Sovernigo, Amministratore Delegato di Nemesis.