Lorenzo Marini presenta Biennaltype alla Biennale di Venezia

Si terrà il 18 settembre l’appuntamento della Biennale di Venezia che vede protagonista , con una conferenza a lui dedicata dalle 17.45.

Marini è l’unico creativo pubblicitario italiano invitato dalla Biennale di Venezia per le aperture straordinarie, a cui parteciperanno ospiti di assoluto rilievo del mondo dell’arte, architettura, musica, editoria, cinema e della business industry italiana.

Tra le personalità più prestigiose, saranno presenti Diodato, Ozpetek, Plessi, Cibic, De Lucchi, Illy, Galassi, Letta, Mogol e Gioele Dix.

Marini dedicherà il suo speech alla presentazione del Manifesto per la liberazione delle lettere e della sua ultima opera inedita, capace di coniugare arte e grafica, comunicazione e segno pittorico, ironia e creatività: si chiama Biennaltype ed è un’opera d’arte che va oltre il suo fascino artistico, e invita l’interlocutore a cogliere il suo significato più profondo. L’artista ha creato un nuovo modo di comunicare, attraverso la sua ricerca concepita come un nuovo linguaggio, la TypeArt appunto.  In quest’opera i type rappresentano un universo di valori, momenti, persone, storie. Ma soprattutto rappresentano l’evento della Biennale di Venezia 2020 e le anime illustri che la compongono nelle sue aperture straordinarie.

Data la sua rilevanza valoriale e l’impatto creativo che l’opera suscita, la Biennale di Venezia ha fatto propria la TypeArt di Marini, rendendola il simbolo rappresentativo dell’evento. Biennaltype è diventata annuncio e manifesto per la comunicazione del programma di aperture straordinarie.

Durante tutto il periodo, da settembre a dicembre, i lanci degli appuntamenti e la promozione degli eventi saranno rappresentati dal visual creato dall’artista, in tutte le sue declinazioni, dai grandi formati 100×140, alle animazioni video per il circuito delle stazioni e aeroporti, e alle sue applicazioni online.