Tornano i Touchpoint Days e Awards: focus sull’Identity

Come si costruisce una marca capace, nella sua unicità, di esprimere valori universali e allo stesso tempo di parlare agli individui con un tono di voce personale? Cercheremo di scoprirlo dal 5 al 7 di ottobre in occasione dei Touchpoint Days – Identity.

Tre pomeriggi di approfondimento in cui punteremo i riflettori sul mondo dell’identità di marca e del design strategico. L’appuntamento, trasmesso sulle piattaforme social di Touchpoint dallo Studio di Fabbrica di Lampadine a Milano, ripropone, con un nuovo approfondimento “verticale”, il format inaugurato lo scorso giugno con il focus sull’Engagement.

Durante i tre pomeriggi, i due conduttori, Laura Buraschi, giornalista di Touchpoint, e l’editore Giampaolo Rossi, affronteranno il tema dell’Identity, insieme a ospiti del mondo delle imprese, delle agenzie e della cultura, in studio e in collegamento streaming.

I Touchpoint Days rappresentano un appuntamento orientato alla promozione della cultura della comunicazione e allo sviluppo delle imprese attraverso lo “strumento” della creatività all’interno dei processi di business. I tre appuntamenti pomeridiani sono rivolti alle aziende e alle agenzie, ma anche a start up, freelance e più in generale a tutti coloro che gravitano all’interno dell’ecosistema del marketing e della comunicazione.

Al centro del dibattito il tema dell’identità che gli ospiti approfondiranno a partire dall’interrogativo: “Punti di forza, plurale o singolare?”. Un titolo che racconta la sfida che i brand stanno affrontando nella ricerca di un equilibro fra la necessità di esprimere una personalità forte e allo stesso tempo di essere universali. La sera del 7 ottobre spazio ai Touchpoint Awards – Identity, il riconoscimento dedicato all’eccellenza italiana dell’identità visiva e del design strategico.

Nel corso della serata di premiazione, condotta da Luca Viscardi, fra i vincitori di categoria sarà assegnato il massimo riconoscimento, il Grand Award, il trofeo disegnato per l’occasione dal Maestro Ugo Nespolo.

Dal designer freelance ai piccoli studi di design fino ad arrivare alle grandi agenzie di branding, l’Award offre pari opportunità a tutte le entry andando a premiare quelle operazioni d’identità visiva che meglio hanno valorizzato il brand come asset della strategia di business delle aziende.