Imille, fatturato 2019 di 7,5 milioni in Italia. A breve una nuova sede a Milano

Usare l’immaginazione, il coraggio e la fiducia per agire concretamente, sfidando lo status quo. È la sfida che Imille ha lanciato a fine 2019, a conclusione di un anno ricco di soddisfazioni. L’agenzia, che ha da poco spento la sedicesima candelina, ha infatti acquisito nuovi clienti e realizzato nuovi progetti, sia a livello nazionale che internazionale: dal lancio digital-first della Crema Pan di Stelle alla campagna eventi di IED, dalla gestione dei social media del Gruppo Enel al branding di ITAS Mutua.

Da sinistra i partner: Paolo Pascolo, Matteo Roversi, Simone Tornabene e Lorenzo Cagnato

L’apertura di un Headquarter a Madrid e l’arrivo di un nuovo Creative Director si inseriscono in un percorso di crescita, che ha visto Imille chiudere il 2019 con un fatturato in Italia di 7,5 milioni. Anche il 2020 è iniziato positivamente – con collaborazioni con MSC Crociere, Gruppo Montenegro, MSD Italia e l’ingresso di nuove risorse nelle aree Brand Experience Design, Product & Service Design, Social Media e Storytelling.

Nonostante la crisi legata al Covid-19, il primo semestre del 2020 ha registrato una flessione inferiore al 9%. Una crisi che è stata l’occasione per fornire ad aziende di tutte le industry uno strumento per ripensare la propria relazione con le persone, attraverso la pubblicazione nel mese di aprile del Paper “Il momento è adesso”.

La pandemia, del resto, ha costretto tutti a ripensare le proprie modalità di lavoro. Un’occasione per migliorare e crescere, investendo ancora di più sul benessere dei propri membri.

Già prima del lockdown, Imille ha adottato lo Smart Working in tutte le sue sedi (Milano, Roma, Madrid, Santiago del Cile), estendendo una modalità di lavoro scelta praticata da inizio 2019.

Una scelta strategica che proseguirà nei prossimi mesi, abilitando nuovi modelli organizzativi e che è sinonimo di sostenibilità ambientale, economica e professionale.

A dimostrazione della volontà di investire in questa direzione, tra le novità annunciate c’è anche l’apertura di una nuova sede milanese. Uno spazio più ampio, disegnato per offrire aree flessibili e multifunzionali a un team che supera le 50 unità e per garantire luoghi di incontro e riunione adatti alle rinnovate esigenze della società.