Realize Point – Coronavirus: brand e consumatori possono trovare un linguaggio comune

Il rapporto Ipsos “Coronavirus & Behavior Change” indica sette strade con cui i marchi possono aiutare i consumatori ad adattarsi a sostenere i cambiamenti

Nel Regno Unito il rivenditore di cosmetici Lush sta invitando le persone a entrare nei suoi negozi per lavarsi le mani; in India, la linea di detergenti di Lifebuoy invita i consumatori a praticare una buona igiene anche se con brand diversi dal suo; Amazon sta lavorando per eliminare dalla sua piattaforma i brand che stanno speculando sulla crisi per aumentare i prezzi di vendita; Louis Vuitton ha inviato questo messaggio a tutti i clienti cinesi: “Ogni viaggio che resta in standby può sempre ricominciare. Louis Vuitton si augura che voi e i vostri cari siate sani e salvi”.

©Depositphotos

Sul magazine del gruppo Agos, Realize, si presentano alcuni esempi di come, in questo periodo di emergenza dovuto all’epidemia di coronavirus, sia importante per i brand continuare a comunicare e a essere sempre presenti con il proprio pubblico alla ricerca di un linguaggio comune che aiuti a superare la crisi. 

Ovviamente modificando temi e messaggi per adeguarli al momento, ma senza perdere il contatto. 

Come fare è indicato in un rapporto di Ipsos dal titolo “Coronavirus & Behaviour Change” che indica sette strade diverse ma tutte ugualmente importanti: continuità, essere fonte di positività nella verità, mostrare empatia, usare bene il tempo, lavorare con la realtà virtuale, riconoscere le nuove norme sociali, imparare dalla “nuova normalità”. 

Il rapporto parte dall’analisi del fatto che nelle aree colpite dall’epidemia si sta già osservando un drastico cambiamento nel comportamento dei consumatori e man mano che la malattia si diffonde, si diffonde anche l’instabilità e si sviluppa uno spirito di adattamento delle persone ai loro ambienti mutevoli che richiedono decisioni di diverso tipo rispetto al passato. E quando il contesto in cui le persone vivono cambia, le aziende e i loro brand devono chiedersi come possono rispondere alle nuove esigenze e aggiungere valore alla luce della nuova realtà costituita.

Leggi qui l’articolo integrale.

 

Realize – Uno sguardo sul mondo dei consumi e dei consumatori in collaborazione con il magazine del gruppo Agos