YAM112003 racconta in un video lo smart working

Con l’emergenza dettata dal Covid-19, YAM112003 ha deciso di raccontare la sua esperienza iniziata subito, il 24 febbraio, quando la necessità di mettere in sicurezza i lavoratori attraverso forme di lavoro agile non era ancora una prescrizione per Milano. «Questa è una situazione di totale anomalia, e rappresenta un grande esperimento sociale personale e collettivo – commenta il CEO & Founder Laura Corbetta -. Non abbiamo avuto esitazioni. Ci siamo immediatamente attivati per adottare lo smart working così da tutelare la salute delle persone, favorire chi si è trovato improvvisamente con i figli a casa e coinvolgere tutto il personale nella prosecuzione delle attività». Una modalità di lavoro di cui si parlava da tempo in agenzia ma che mai prima d’ora era stata messa in pratica in modo strutturato. La risposta delle 130 persone di YAM112003 allo smart working è stata «ottima, per il senso di appartenenza che li lega all’azienda e perché si sono sentiti tutti guidati, sicuri e tutelati», afferma il CEO. Tanto che è nata spontaneamente la voglia di raccontarsi in un video pubblicato sui canali digitali dell’agenzia, in cui il mantra è #cosìlontanicosìvicini con la doppia accezione di vicinanza fra colleghi ma anche una costante vicinanza strategica e operativa ai clienti.  “Se dobbiamo comunicare ce le inventiamo tutte” recita il video sul finale.