Cannes Lions conferma lo spostamento a ottobre per il peggioramento dell’emergenza

Cannes Lions annuncia oggi che il Festival della Creatività non si svolgerà a giugno come previsto in precedenza e che sta mettendo in atto i nostri piani di emergenza per le date di ottobre già annunciate (26-30 ottobre). La decisione è giunta dopo molte discussioni con partner e clienti, nonché con la consultazione di funzionari della sanità pubblica, l’ufficio del sindaco di Cannes e le autorità francesi. In un comunicato diffuso ieri, gli organizzatori spiegano: «Riconosciamo le circostanze difficili che tutti noi affrontiamo come comunità – abbiamo e continuiamo a essere in profonda consultazione con molti dei nostri clienti e partner mentre adottiamo i nostri piani di emergenza. La salute, la sicurezza e il benessere dei nostri clienti, dipendenti, sponsor e partner rimane la nostra prima priorità. Cannes Lions continuerà a monitorare gli sviluppi in rapida evoluzione associati all’epidemia di coronavirus. Sebbene disponiamo di solidi piani di mitigazione, continueremo a monitorare attentamente questa situazione e continueremo a impegnarci da vicino con i nostri clienti, poiché inizieremo a lavorare in collaborazione per assicurarci di poter riconoscere la migliore creatività del mondo nel 2020».

Philip Thomas, Presidente di Cannes Lions ha commentato: «La situazione globale è dinamica e sta cambiando rapidamente, abbiamo ritenuto fondamentale chiarire su giugno il più presto possibile. Continueremo a collaborare strettamente con i nostri clienti mentre sviluppiamo i nostri piani».

Simon Cook, Managing Director di Cannes Lions, ha aggiunto: «La nostra comunità sta affrontando sfide senza precedenti e la collaborazione non è mai stata così importante. Ora siamo concentrati sulla pianificazione del Festival per garantire che la nostra comunità sia in grado di riconoscere gli straordinari lavori che contribuiscono al business, alle organizzazioni e alla società».