Connexia, un rebranding per raccontare l’evoluzione dell’agenzia

Nel 2019 fatturato in crescita del 38%. Apertura d’anno con la vittoria della gara di Yamaha Motor Europe per la strategia e il coordinamento dei social a livello europeo

“Creativity in Love with Data and Technology” è il claim che suggella il percorso di trasformazione e crescita evolutiva di Connexia.

Presentato ieri dal management dell’agenzia al completo, il nuovo posizionamento racconta al mercato il vero differenziale del successo di una struttura capace di inanellare una serie di risultati straordinari in termini di crescita del fatturato, ma anche di sviluppo dell’offerta.

«Nel 2019 – ha dichiarato Marina Salamon, Presidente e azionista di maggioranza di Connexia – l’agenzia ha avuto un incremento del fatturato del 38% e l’obiettivo è confermare una crescita a doppia cifra anche quest’anno, guidati dalla volontà di continuare a costruire».

Un 2020 che da subito ha dato risposte positive all’agenzia guidata dal CEO e Founding Partner Paolo D’Ammassa che ha aperto l’anno vincendo la gara di Yamaha Motor Europe per la strategia e il coordinamento dei social a livello europeo ed è in pole per entrare nel team di agenzie della Regione Puglia per la comunicazione istituzionale e gli eventi.

«A breve annunceremo anche l’arrivo di due nuovi clienti molto importanti, uno acquisito per via diretta e l’altro attraverso un processo di gara», ha anticipato D’Ammassa.

Se il 2019 è stato l’anno dell’acquisizione e dell’integrazione della digital experience agency Ragoo, questo 2020 rilancia un modello che nella sinergia fra creatività, dati, media e tecnologia il perno del suo modello. Un approccio che si riflette anche verso l’esterno e si traduce in un nuovo modo di vivere la relazione con i clienti, improntato alla collaborazione e alla trasparenza. 

La passione che unisce 

Questo rebranding coinvolge in maniera rilevante il logo, affiancato, per la prima volta, da un pittogramma in cui sono racchiusi i quattro segni grafici che richiamano ciascuno uno degli elementi fondanti dell’agenzia: i dati (il triangolo), la creatività (il cerchio), i media (l’apice), tenuti strettamente insieme da un collante speciale, la passione (il cuore), e abilitati dalla tecnologia (il quadrato), che racchiude in sé le diverse “anime” di Connexia.

«Connexia incarna un nuovo modello di agenzia, che integra nativamente dati, creatività, media e tecnologia, e lo fa con amore e passione. Il nostro obiettivo è diventare una reale estensione degli uffici marketing e comunicazione delle aziende clienti, realizzare una piena trasparenza con loro, costruire un team unico, impegnato nel perseguire gli stessi obiettivi aziendali. Vogliamo sovvertire il paradigma delle agenzie tradizionali, essere una realtà diversa, che unisce il bello delle agenzie creative con il buono delle società di consulenza.Tutto ciò sarebbe impossibile senza dedicare una sensibilità e un’attenzione particolari alle persone. Crediamo nel talento e nei talenti, investiamo sulle nuove  professionalità, coltivando eccellenze che lavorano insieme lungo tutto il processo, perché siamo convinti che siano le persone a fare la vera differenza», ha spiegato D’Ammassa.

Massimiliano Trisolino, Managing Partner Strategy & Creativity, Letizia Giottoli, Coo, Marina Salamon, Presidente e azionista di maggioranza, Paolo D’Ammassa, Ceo e Founding Partner, Andrea Redaelli, Managing Partner Digital Media,  Stefano Ardito, Chief Growth Officer

Connexia. Co-creation, collaboration, innovazione, agile thinking sono le parole chiave che guidano l’operatività di Connexia, un’agenzia dove non esistono compartimenti stagni. Un luogo, come sottolineato più volte dai manager della sigla durante la conferenza, dove le differenti professionalità si ibridano, portando valore.

Una realtà in grado di far crescere la creatività grazie all’analisi dei dati, ma anche di utilizzare la creatività per trovare modalità nuove per azionare il dato stesso. La Connexia di oggi e di domani è figlia di una serie di scelte strategiche particolarmente lungimiranti.

Fra queste ricordiamo l’introduzione del Team Innovation, la creazione di Connexia Media House per l’internalizzazione delle produzioni-video, l’inaugurazione della Divisione Corporate dedicata alle media relation istituzionali, la già menzionata acquisizione di Ragooo e il nuovo impulso allo sviluppo di suite di prodotti proprietari per l’analisi dei dati (Audience Tracker, SEO Defender, Outcomes). Tutti elementi che hanno segnato i passi della crescita dell’agenzia.