TER: RTL 102.5, RDS e Radio Deejay sul podio nel 2019

Radio TER ha pubblicato l’anticipazione dei dati del secondo semestre 2019 e dell’anno 2019 di Radio TER 2019. Analizzando le rilevazioni annuali, salgono sul podio RTL 102.5, RDS e Radio Deejay.

I dati erano stati preceduti dalle dichiarazioni di Roberto Sergio, direttore Rai Radio: «Ogni volta si assiste a una lotteria con dati altalenanti senza alcuna motivazione reale, se non quella della pressione fatta in termini di comunicazione dalle singole radio. Sono mesi che ribadiamo le stesse critiche al sistema senza che nulla cambi. Da adesso fino all’estate prossima c’è ancora il tempo necessario per aggiornare la ricerca. Contiamo di avere il supporto dei soci per modificare sostanzialmente la metodologia per il bene delle radio italiane. Se così non sarà, non potremo che decidere di conseguenza».

Di seguito i commenti degli editori.

TER-Dati-anno-15-gennaio-16-dicembre-2019

TER-Dati-II-semestre-11-giugno-16-dicembre-2019

 

Lorenzo Suraci

Lorenzo Suraci: grazie all’affetto del pubblico

RTL 102.5 si conferma – con Radiofreccia, che segna la crescita più alta tra le radio nazionali e Radio Zeta che mantiene il trend positivo – il più importante polo radiofonico italiano con oltre nove milioni di ascoltatori al giorno. Così il Presidente di RTL 102.5 Lorenzo Suraci: «RTL 102.5, le sue piattaforme digitali, il nuovo ambiente –  RTL.IT –   su cui stiamo lavorando in questo ultimo periodo, il prossimo lancio del nostro Digital Space, il suono perfetto che abbiamo regalato ai radioascoltatori grazie alla nostra battaglia pionieristica sul DAB ormai diventato realtà in tutte le autovetture, il successo degli ascolti della radiovisione in simulcast 24h su 24h: sono questi gli ingredienti a cui dobbiamo il nostro primato e l’affetto del pubblico a cui non smetterò mai di dire grazie».

 

Paolo Salvaderi (RadioMediaset): «Incremento dei già solidi risultati dei nostri brand»

Paolo Salvaderi

RadioMediaset (Radio 105, Virgin Radio, R101, Radio Monte Carlo, Radio Subasio), cui fanno capo le attività radiofoniche del Gruppo Mediaset, si conferma primo Gruppo radio nazionale con il 17.9% di ascoltatori nel Quarto d’ora medio dalle ore 6 alle ore 24 (totale anno 2019, in crescita rispetto al 17.7% dell’anno 2018) e il 37,0% di ascoltatori nel giorno medio (in crescita rispetto al 36.3% dell’anno 2018). Dichiarazione di Paolo Salvaderi, Amministratore Delegato RadioMediaset: «Questa rilevazione conferma la leadership del Gruppo con un incremento dei già solidi risultati dei nostri brand sia nel giorno medio che nell’AQH. Una particolare menzione ai risultati di R101, Virgin e Radio Monte Carlo che hanno registrato una performance importante a conferma del lavoro di rafforzamento sul positioning intrapreso negli ultimi anni».

 

Eduardo Montefusco

Eduardo Montefusco (RDS): «Risultati frutto del lavoro di squadra»

«Anche nel secondo semestre, registriamo una crescita sia nel dato GMI (+1,2%) che nel dato AQH, (+1,5%), questi dati confermano la forza delle attività e dei progetti del gruppo – commenta Eduardo Montefusco, Presidente di RDS sulla pubblicazione dei dati di ascolto Ter -. Questi risultati sono frutto del lavoro di squadra, incentrato su progettualità e organizzazione delle diverse unità della struttura, per arricchire la proposta dedicata al nostro pubblico: musica, eventi, esibizioni per un’offerta di multi intrattenimento che pone RDS al centro del panorama dell’entertainment company italiano.  Parliamo di cultura, spettacolo, opinioni, notizie ed eventi, per far vivere ai nostri ascoltatori delle esperienze uniche, sentendosi sempre “al centro”. Innovazione, digital trasformation, talent acquisition e attenzione al territorio, sono alcuni degli asset su cui la company incentra la sua identità.  Professionisti e speaker che ogni giorno mettono la loro creatività al servizio degli ascoltatori».

 

Linus (Radio Deejay): «Ottimo, ma faremo ancora meglio»

Radio Deejay nei dati relativi al 2019 è l’unica emittente in crescita tra le radio di prima fascia con incrementi rispetto al 2018 sia nel Giorno Medio dove raggiunge i 5,2 milioni (+2,9%) sia nell’AQH (467 mila, +2,0%). Acquista una posizione nella graduatoria delle emittenti nazionali salendo al 3°posto sia nel Giorno Medio sia nell’AQH. Molto positivo anche l’andamento del II Semestre 2019, con trend in incremento rispetto all’omologo periodo dell’anno precedente sia nel Giorno Medio (+5,1%) sia nell’AQH con  476 mila ascoltatori (+7,7%). Il commento del direttore Linus: «Che il 2019 sia stato un anno per noi eccezionale lo sapevo già, bastava guardare il successo delle quattro Deejay Ten, dell’estate a Riccione e soprattutto della nostra mega festa di giugno all’Expo. Ora lo sottolineano anche i numeri: più 5% nel Giorno Medio, più 7,7% nel cosiddetto AQH. Ottimo, ma faremo ancora meglio»

 

Massimo Giannini (Radio Capital): «L’andamento degli ascolti premia la qualità dei nostri programmi»

Massimo Giannini

Radio Capital raggiunge nel II Semestre 2019 i suoi valori più alti dall’avvio di RadioTer con 1,65 milioni di ascoltatori nel Giorno Medio (+4,6%) e 148 mila nell’AQH (+9,6%). Anche il Totale Anno 2019 è positivo con il Giorno Medio in crescita del +2,4% e l’AQH del +6%. «Di fronte a questi numeri – afferma il direttore della redazione di Radio Capital Massimo Giannini- non posso che esprimere tutta la mia grande soddisfazione. L’andamento degli ascolti premia la qualità dei nostri programmi, la credibilità della nostra informazione e la forza della nostra squadra, ora arricchita dall’ingresso di personalità del calibro di Michela Murgia e Oscar Giannino. Voglio ringraziare l’intero gruppo di lavoro per gli sforzi e i risultati che stiamo raggiungendo, ma voglio anche dire che non ci fermiamo qui: possiamo e dobbiamo crescere ancora, e nei prossimi mesi lo dimostreremo».

 

Albertino (m2o): «La strada intrapresa è quella giusta»

Albertino

Per m2o la crescita dell’Aqh (130 mila ascoltatori nel 2019) è pari al 17,1%, una delle più alte tra le emittenti nazionali. Il Giorno Medio è pari a 1,7 milioni di ascoltatori circa, con un incremento del +6,2%. Sono risultati molto positivi per il primo anno del nuovo progetto editoriale sotto la gestione di Albertino come direttore artistico e conduttore di punta della nuova m2o. Restyling e rinnovamento della confezione della radio hanno da subito registrato un’accoglienza positiva sia da parte del pubblico sia dal mercato pubblicitario. Il commento di Albertino: «I nuovi dati d’ascolto confermano che la strada intrapresa è quella giusta. Speravo in un dato positivo, non scontato, almeno nell’immediato. Dopo appena nove mesi di vita la nuova m2o è tra le radio più in crescita del panorama nazionale sia sul giorno medio sia sul quarto d’ora medio. Affrontiamo il 2020 con fiducia nel nostro lavoro e passione per la musica. La nostra musica. Dance With Us».

 

Mario Volanti (Radio Italia): «Attivi su più fronti per migliorare le performance»

Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia, commenta così i dati: «Radio Italia conferma anche per il 2019 il proprio posizionamento al di sopra dei 5.100.000 ascoltatori giorno medio e al di sopra dei 400mila AQH. Nei sette giorni, nel secondo semestre, abbiamo superato i 17milioni di ascoltatori, quindi posso dirmi soddisfatto. Gli sforzi per provare a migliorare le nostre performance continuano giorno dopo giorno e anche il 2020 ci vedrà molto attivi su tutti i fronti: da quello del palinsesto, agli eventi, alle grandi collaborazioni con un occhio particolare come sempre alla parte live. Seguiremo da vicino, inoltre, la Nazionale Italiana di Calcio, della quale radiofonicamente dal 2005 siamo partner esclusivi, ai prossimi Europei di Calcio, sperando di condividere un grande risultato».

 

Fabio Tamburini (Radio 24): «Progetto vincente per la qualità dei contenuti»

Radio 24 nel 2019 raggiunge 2.345.000 ascoltatori nel giorno medio e fa registrare un incremento del +2,8% sul totale anno. Nel secondo semestre 2019 Radio 24 conta il numero più alto di ascolti della sua storia: 2.384.000 ascoltatori nel giorno medio, confermando il trend di

Fabio Tamburini

crescita costante sia nell’anno che nel semestre. «I dati confermano la forza di Radio 24 e la forza del Gruppo 24 ORE, un gruppo editoriale che ha fatto della multimedialità il suo tratto distintivo, dal digitale al quotidiano cartaceo, passando per i video e l’agenzia di stampa Radiocor – commenta il direttore della radio Fabio Tamburini e del Gruppo 24 ORE –. Il progetto editoriale di Radio 24, leader tra le radio di informazione, è un successo unico nel panorama radiofonico italiano e vincente per la qualità dei contenuti».

«Accanto ai record di ascolti si affianca anche il record del quarto d’ora medio del 2019 con un trend sempre in crescita sia nel semestre sia nell’anno. Un dato particolarmente importante sul fronte della raccolta pubblicitaria che ha risposto con grande entusiasmo alle celebrazioni dei vent’anni della radio. – commenta Federico Silvestri, direttore generale di 24ORE System e Direttore Divisione Area Radio 24 – Siamo orgogliosi di consegnare al mercato valore editoriale , maggior copertura di pubblico e di frequenza di ascolto e, quindi, una grande efficacia della comunicazione pubblicitaria».