Rai Pubblicità chiude flat il 2019. Ottimismo per il 2020

Rai Pubblicità chiude il 2019 con un fatturato in linea con quello del 2018 che era stato di 635,7 milioni di euro. Un risultato più che positivo per la concessionaria del Servizio Pubblico guidata dall’Amministratore Delegato Gian Paolo Tagliavia – spiega la nota ufficiale diffusa oggi -, a maggior ragione se si considera la decrescita del mercato di riferimento che, secondo l’ultimo dato Nielsen (gen-nov), registra una flessione del -4,9% e di un -5,1% nel comparto televisivo.

Gian Paolo Tagliavia

Grazie all’eccellenza dei contenuti e al presidio di tutti i generi, Rai Pubblicità riesce in questo contesto a recuperare quote di mercato sulla Tv crescendo del +0,6% rispetto all’anno precedente. In più, le straordinarie performance della piattaforma RaiPlay, associate a progetti innovativi come Viva Raiplay, l’ambizioso progetto crossmediale di Fiorello, hanno permesso al comparto digital di crescere del +40% raggiungendo ottimi risultati di fatturato.

Rai Pubblicità è anche decisamente ottimista sulla raccolta pubblicitaria per il 2020, grazie ai risultati attesi sul Festival di Sanremo e alla ricchissima offerta sportiva di Rai, che va dagli Europei di Calcio alle Olimpiadi, dallo Sci al Ciclismo, che si aggiungono e arricchiscono l’eccellenza e i contenuti di Rai.