Gerety Awards, assegnati cinque Grand Prix

Dopo le sessioni della giuria esecutiva tenutasi in 10 capitali, la Gran jury dei Gerety Awards decretato i vincitori finali. I Grand Prix sono stati assegnati a LOLA MullenLowe per ‘Hidden Flag’, McCann New York per ‘Changing the Game’, VMLY& R Warsaw per ‘The Last Ever Issue’ e due Grand Prix a AMVBBDO per ‘Viva La Vulva’. BBDO New York è agenzia dell’anno con 2 argenti, 4 bronzi e 8 shortlist.  BBDO Worldwide è il Network of the year con 2 Grand Prix, 1 Oro, 3 Argenti, 4 Bronzi e 17 Shortlists.

I Paesi più premiati sono Usa (1GP, 1 Oro, 5 Argenti, 8 Bronzi e 13 Shortlist), Uk (2 GP, 1 Oro, 2 Argenti e 10 Shortlist), Germania (2 Ori, 1 Argento, 1 Bronzo e 9 Shortlist), Spagna (1 GP, 2 Ori, 7 Argenti, 1 Bronzo e 2 Shortlist).

Nessun premio per l’Italia, che aveva un solo lavoro in shortlist: ‘BUU. Write it, don’t say it’ di Inter Media House con Alkemy Milano.

La co-fondatrice dei Gerert Awards Lucía Ongay ha dichiarato: «Non potrei essere più orgogliosa dei vincitori scelti dalla giuria, in totale c’erano solo 60 iscritti che hanno raggiunto il punteggio  minimo richiesto per ottenere i Gerety Awards. La giuria e i vincitori che sono stati scelti stabiliscono chiaramente un benchmark per il più alto standard di creatività».