Erigo, come comunicano i professionisti della sicurezza

Fin dal 2000, Erigo rappresenta un punto di riferimento in Italia nella protezione degli impianti industriali contro il rischio delle esplosioni da polvere. La profonda conoscenza dei processi industriali e delle normative europee e nazionali in vigore è il valore aggiunto dell’azienda, che si pone come uno dei più qualificati e affidabili partner industriali in questo settore. Un’esperienza che la società ha maturato su impianti di ogni dimensione e di ogni categoria produttiva, dalle piccole aziende di nicchia fino alle grandi multinazionali.

Paolo Chechi

«Erigo è l’unica azienda 100% italiana che propone soluzioni “chiavi in mano” per il rischio da esplosione da polvere in azienda – racconta l’amministratore Paolo Chechi -. Purtroppo non tutti sanno che la minaccia di esplosione da polvere è una costante che oggi giorno tocca da vicino impianti di ogni tipo. Le esplosioni in azienda hanno delle peculiarità che le differenziano in maniera sostanziale dalle altre tipologie di rischio di solito trattate: l’entità del danno è quasi sempre elevata sia in termini di vita umana (un evento esplosivo con infortuni è mortale ogni 55 eventi registrati, contro una media di 1 a 500 per gli altri tipi di incidente) sia di perdita economica. Mi sento di dire che le esplosioni sono un rischio concreto ed Erigo è la risposta concreta». Per una realtà come Erigo che si rivolge al target delle imprese, affrontando tematiche complesse, quello della comunicazione rappresenta un nodo centrale.

 

«Abbiamo cominciato a comunicare sui media, di settore e non, nel 2017 e, l’anno successivo, abbiamo cominciato a pianificare una campagna pubblicitaria, sempre sulle testate in target – prosegue il manager -. Grazie a queste attività abbiamo ricevuto numerosi riscontri positivi, incrementando il numero di clienti e anche di “curiosi”. Abbiamo intenzione di continuare questo percorso anche nei prossimi anni perché riteniamo che la comunicazione sia uno degli aspetti fondamentali dell’attività di Erigo». La sfida è far crescere il livello della creatività anche nella comunicazione btob. «Nel 2018, primo anno di pianificazione media, abbiamo puntato su una immagine d’effetto, che ha colto subito l’attenzione della maggior parte dei lettori. Per la prossima campagna punteremo sulla creatività per far conoscere i rischi che si corrono in azienda e che spesso non sono nemmeno presi in considerazione».