Radio Italia chiude il semestre «in linea con il mercato» e festeggia i risultati del Concerto

Radio Italia Live – Il Concerto è giunto alla sua ottava edizione e come da tradizione è GroupM a certificarne la total audience. Tra le due date di Milano e Palermo, l’edizione 2019 è la più seguita di sempre con oltre 14 milioni di contatti.

Radio Italia Live – Il Concerto è giunto alla sua ottava edizione e come da tradizione è GroupM a certificarne la total audience. Tra le due date di Milano e Palermo, l’edizione 2019 è la più seguita di sempre con oltre 14 milioni di contatti. A comporre l’audience c’è una quota significativa appartenente al core target della radio con quasi 7 milioni di adulti tra i 25 e 54 anni (48% della total audience dell’evento) e quasi 3 milioni tra i millennial (19% della total audience).

La Tv dimostra di essere il driver chiave con oltre 10 milioni di ascoltatori in totale, in un contesto d’ascolto difficile soprattutto per la prma serata milanese del 27 maggio occupata dalle grandi maratone elettorali. Accanto agli ascolti radiofonici (quasi 3 milioni), quest’anno il social ha giocato un ruolo propulsivo, rappresentando il 10% dell’audience totale dell’evento. L’attività degli influencer, orchestrata da Radio Italia e spinta dall’hashtag ufficiale #rilive, ha contribuito ad amplificare la risonanza dell’evento: 15 milioni di impression totali generati da 22 influencer attivi (tra i quali Giulia Penna, Favij, Surri, Emilife) con oltre 244 stories su Instagram tra Milano e Palermo. L’evento è stato inoltre il secondo programma tv per numero di interazioni social, subito dopo la semifinale de Il grande Fratello nella serata di Milano e dopo il Gran Premio d’Austria in quella di Palermo, ma in entrambe le occasioni ha fatto registrare la più alta percentuale di engagement rispetto alla controprogrammazione. Quest’anno la unit Research & Insight di GroupM si è spinta oltre, indagando anche il vissuto dell’emittente, valutando la percezione degli ascoltatori e registrando le emozioni generate dalla Radio.

Alla luce di questi dati, GroupM e Radio Italia hanno deciso di approfondire lo stato di salute di Radio Italia con una ricerca ad hoc che nasce dalla percezione di un cambiamento che negli ultimi anni ha coinvolto il pubblico di Radio Italia Live – Il Concerto.  Quello di Radio Italia è un ascoltatore contemporaneo e dinamico, oltre a essere un consumatore consapevole ed estremamente curioso di sperimentare nuove marche e nuovi prodotti. Con una forte propensione alla socialità, l’ascoltatore di Radio Italia ama spaziare tra i generi musicali e considera la musica un piacere a 360°; oltre a essere digital savvy ama acquistare prodotti digitali (il 56,7% degli intervistati possiede una smart tv e il 24,1% uno smart speaker, di gran lunga superiore rispetto alla media italiana – 12%).

Il 91% dei rispondenti assegna all’emittente un voto di gradimento compreso tra l’8 ed il 10 e la quasi totalità degli ascoltatori sentirebbe la mancanza di Radio Italia, se questa non dovesse più esserci.

Mario Volanti

Tornando al concertone, Marco Pontini, vicepresidente di Radio Italia, sottolinea che un dato interessante è la fedeltà degli sponsor: «Non solo, ma ogni anno nuove aziende, magari tra chi già investiva in tabellare, si avvicinano al progetto. È il caso quest’anno di Poste Italiane, Eni, Fiat ed Eolo. Ogni anno chiediamo poi a Ebiquity di realizzare una valutazione per calcolare per i nostri clienti il “ROI” della sponsorizzazione. Siamo in attesa degli ultimi dati, ma mediamente il risultato era un coefficiente del 2.1». Il fatturato dell’edizione 2019 (comprensivo di entrambe le tappe) è stato di circa 1,5 milioni di euro, per una spesa di poco meno di 2 milioni: «L’evento milanese è andato a break even – ha sottolineato Mario Volanti, Editore e Presidente di Radio Italia – mentre la data di Palermo è ancora sotto, ma questo è un investimento importante per noi  e questo risultato è comunque soddisfacente». Per l’emittente soddisfazioni anche sul fronte della raccolta pubblicitaria. «Al netto del concertone, i risultati di Radio Italia nel primo semestre sono in linea con il mercato» ha affermato Volanti. Gli ultimi dati FCP – Assoradio segnalano per il comparto +2,2% nel progressivo gennaio-maggio. «Giugno è stato un mese positivo e anche luglio sta andando bene» ha aggiunto Pontini. In attesa di scoprire se nel 2020 tornerà la data di Palermo (mentre Milano è già una certezza e il team sta lavorando alle possibili date), il 4 ottobre Radio Italia Live – Il Concerto farà tappa a Malta.