Conversion acquisisce il controllo di Nextmove e rinforza le competenze tecnologiche

Firmato l’accordo per l’acquisizione iniziale del 70%, con completamento in 3 anni dell’operazione di acquisto del restante 30% del capitale sociale

Conversion ha firmato l’accordo per l’acquisizione iniziale del 70%, con completamento in 3 anni dell’operazione di acquisto del restante 30% del capitale sociale, di Nextmove s.r.l., società specializzata nello sviluppo di progetti digitali – Mobile/web/e-commerce development, Lead Generation, SEO/SEM, Analytics&Consulting, Cloud System Integration, IoT e Industria 4.0 – con esperienza ventennale, sviluppata nei settori Beauty&Pharma, Cosmetica, Industrial, Consumer, Electronics e Assicurativo.

L’acquisizione ha lo scopo di rafforzare gli asset tecnologici e strategici dell’attuale offerta di Conversion rafforzandone il posizionamento omnichannel con focus sulla conversione. La forte competenza tecnologica e l’expertise in progetti digitali innovativi forniranno grande valore e competitività all’attuale offerta di Conversion su tutti i servizi, dalla data driven communication al social, dalle digital activation alla content production. Con l’acquisizione di Nextmove, il Gruppo Conversion consolida le sue esperienze nella digital transformation e prevede di raggiungere nel 2019 un fatturato aggregato di quasi 9 milioni di euro con un team di circa 65 professionisti. La strategia nel medio termine prevede di procedere con l’aggregazione di altre società e/o asset e di valutare la quotazione sul mercato AIM nell’arco dei prossimi 2-3 anni. «L’operazione rientra nella strategia di crescita di Conversion che punta sullo sviluppo interno e sull’inserimento di know-how importante per supportare i clienti nella gestione della complessità e continua convergenza delle loro esigenze su tutti i touch point interni ed esterni – commenta in una nota Alberto Rossi, CEO di Conversion (nella foto con il socio Sergio Spaccavento) -. L’ingresso di Nextmove amplia il perimetro di offerta di Conversion e consolida l’offerta dal punto di vista tecnologico, che risulta essere una componente imprescindibile per lo sviluppo futuro del business». «Con l’ingresso in Conversion riusciremo a dare un servizio più ampio agli attuali clienti con un rafforzamento sulla parte creativa, di creazione contenuti e di gestione dei touch point offline. Allo stesso tempo potremo impiegare la nostra esperienza su progetti digitali e tecnologici sempre più ampi e stimolanti», aggiunge Fabrizio Conti, AD di Nextmove.