Mediaset, stipulato l’atto del conferimento del business alla controllata Mediaset Italia

Mediaset ha diffuso una nota nella quale “si rende noto che in data odierna è stato stipulato l’atto di conferimento che regola il trasferimento di un ramo d’azienda (il Ramo) comprensivo di sostanzialmente tutto il business e di alcune delle partecipazioni di Mediaset S.p.A. (Mediaset) a favore di Mediaset Italia S.p.A., società di diritto italiano interamente e direttamente controllata da Mediaset (Mediaset Italia e il Conferimento)”. Il Conferimento si inserisce nel contesto della fusione transfrontaliera per incorporazione di Mediaset e di Mediaset España Comunicación, S.A. (Mediaset España) in Mediaset Investment N.V. (la Fusione), società di diritto olandese interamente controllata da Mediaset che, a seguito dell’efficacia della Fusione, assumerà la denominazione “MFE MEDIAFOREUROPE N.V.“. In particolare, il perfezionamento del Conferimento costituisce una delle condizioni sospensive della Fusione.

“Si precisa che il Conferimento è finalizzato a mantenere in Italia tutte le attività operative e di business facenti capo a Mediaset: per effetto del Conferimento, Mediaset Italia potrà continuare le attività di Mediaset, una volta che la Fusione si sia perfezionata, nel medesimo assetto giuridico e aziendale regolato dalla legislazione attualmente applicabile allo svolgimento delle attività di Mediaset, fermo restando in ogni caso il perseguimento di efficienze di costi e risparmi nel contesto della Fusione – prosegue la nota -. Gli effetti giuridici del Conferimento decorreranno dal 1° marzo 2020. In seguito all’efficacia del Conferimento, Mediaset sarà titolare della partecipazione totalitaria in Mediaset Italia e di altre partecipazioni sociali. A fronte del Conferimento, Mediaset sottoscriverà tutte le azioni di nuova emissione che saranno emesse da Mediaset Italia in esecuzione dell’aumento di capitale deliberato in data odierna”.

Con una nota successiva il Biscione ha comunicato di aver ricevuto da Vivendi S.A. (“Vivendi”) e Simon Fiduciaria S.p.A. (“SimonFid”) separati atti di reclamo ex art. 669 terdecies c.p.c. avverso l’ordinanza emessa in data 3 febbraio 2020 (l’“Ordinanza”) con la quale il Tribunale di Milano ha respinto le richiestecautelari formulate da Vivendi e SimonFid per la sospensione delle delibere assunte dall’Assemblea straordinaria di Mediaset in data 4 settembre 2019 e 10 gennaio 2020.