Mipaaf, 55 milioni per realizzare la tv dell’ippica

Il bando include anche i servizi di marketing per la promozione

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha pubblicato un bando per un servizio di raccolta, elaborazione e diffusione del segnale televisivo originato dalle riprese delle corse negli ippodromi italiani e stranieri e servizi annessi.

Photo by Jeff Griffith on Unsplash

Un bando simile a quello già pubblicato a fine agosto e subito revocato dopo che il responsabile unico del procedimento “ha rappresentato l’opportunità di una rinnovata valutazione delle caratteristiche tecniche e prestazionali richieste dal capitolato tecnico di gara, anche in considerazione della possibilità di una diversa e più ampia partecipazione alla procedura, nonché del miglior perseguimento dell’efficacia dell’azione amministrativa e del servizio da acquisire”.

Il nuovo bando prevede un valore totale stimato, Iva esclusa, pari a 54.990.000 euro per sei anni, e prevede la realizzazione di un sistema infrastrutturale, regia e redazione e servizi annessi. 

Sistema infrastrutturale: costituisce la dotazione tecnica preposta alla realizzazione del servizio come definito nel presente capitolato; è costituito dal complesso delle apparecchiature, della tecnologia, dei sistemi, delle funzionalità, delle concessioni, degli atti destinati ad assicurare la piena funzionalità.

Tale sistema infrastrutturale è così essenzialmente articolato: il sistema di contribuzione dei segnali dagli ippodromi verso la regia centrale, la regia tecnica centrale, il sistema di trasmissione dei vari canali verso gli utilizzatori.

Regia e redazione: il complesso del personale e dei servizi necessari per la gestione del sistema infrastrutturale, per la realizzazione di prodotti radio-televisivi da diffondere a supporto delle corse dei cavalli, degli eventi sportivi equestri, della piattaforma web nelle sue diverse articolazioni, della promozione degli eventi e del settore, incluso quanto sia espressione di attività connessa con le attività agricole; in sintesi coincide con il lavoro professionale svolto dagli addetti all’esecuzione dei servizi oggetto di appalto.

Infine, i servizi annessi comprendono: realizzazione e gestione di una piattaforma di servizi internet, a integrazione delle attività di diffusione delle immagini delle corse diffuse sui canali istituzionali e sul canale divulgativo, a supporto delle attività correlate al funzionamento generale del sistema di trasmissione del segnale televisivo; eventi speciali: servizio di riprese televisive di corse di rilevanza nazionale e internazionale presso gli ippodromi, italiani e stranieri; attività di marketing, volta alla valorizzazione del servizio oggetto di appalto e alla diffusione delle attività afferenti alla filiera ippica e delle attività connesse.

Il bando e ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.politicheagricole.it/gare. Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è fissato alle ore 17 del 10 gennaio 2020.